« Torna agli articoli

RADUNO CON LA NAZIONALE A FORMIA


Anche l’esperienza del raduno con la Nazionale presso il Centro di Preparazione Olimpica di Formia  si sta concludendo per Giulia e Simone.

Dal 26 al 30 dicembre sono stati giorni di duro lavoro con almeno 5 ore di allenamento quotidiano, ma questo è il pane quotidiano per chi vuole cercare di provare a diventare in futuro un atleta di alto livello.

Assieme ai nostri atleti, una cinquantina di ragazzi coadiuvati dai responsabili di settore e osservati dagli occhi vigili da due icone dell’atletica Italiana ora responsabili del settore giovanile nazionale: Il Campione Olimpico di Maratona ad Atene Stefano Baldini e la Campionessa Olimpica di Los Angeles dei 1500 Gabriella Dorio che hanno dimostrato una disponibilità e un impegno veramente da elogiare.

Per me che scrivo e per Raffaele Specchio una valida esperienza di confronto con altri allenatori e con i responsabili del centro ricerche della FIDAL che hanno eseguito alcuni test di valutazione con tutti i ragazzi, illustrati poi in u n incontro serale dal responsabili del centro ricerche il professore Nicola Silvaggi.

Graditissima anche la presenza della pesista Chiara Rosa, la miglior atleta italiana in questa specialità e una delle prime 10 atlete al mondo. Chiara non si è fatta problemi ad allenarsi in mezzo a ragazzi e cenare con chiunque capitasse sedendosi al primo posto che trovava libero. Ed è così che ho potuto conoscere tutta la sua simpatia veramente coinvolgente che chi ha tenuto compagnia per una serata intera con i racconti delle sue esperienze sportive e racconti del dietro le quinte in occasione ad esempio degli ultimi giochi olimpici di Londra. Una campionessa non solo sul campo ma anche di simpatia e esempio veramente positivo per i nostri ragazzi.

Di supporto una struttura organizzativa degna di una Nazionale con 2 medici e 5 fisioterapisti disponibili dalla prima mattina e fino a sera a dare un’occhio a chiuque avesse qualche problema.

Naturalmente non poteva mancare l’intervento del presidente Alfio Giomi che come solito è stato estremamente chiaro con i ragazzi e e con noi allenatori su quello che significa vestire la maglia della Nazionale, non solo onori ma soprattutto doveri.

A proposito ci siamo allenati anche con 18 gradi in maniche corte, impensabile a fine dicembre dalle nostre parti.

+Copia link
  • 06 gennaio 2014 alle 9:07 pm - Luisella Bianchi.

    Sapete che lì proprio lì ci sono stata anch’io sempre in occasioni di raduni con la Nazionale? E’ passato solo qualche anno………erano proprio i tempi d’oro della Dorio! Luogo fantastico in estate!  La residenza degli atleti allora era con spiaggia diretta sul mare….e gli allenatori si chiedevano come mai negli allenamenti eravamo tutti scoppiati! In teoria ci era proibito andare al mare prima degli allenamenti ma qualcuno trasgrediva la regola!!!!! Dico solo che per alcuni anni dopo questo tipo di vacanza non riuscivo più ad apprezzarne altre. BEI TEMPI, ORA TOCCA A VOI RAGAZZI