« Torna agli articoli

LANA 30/31 MAGGIO CAMPIONATI ITALIANI DI PROVE MULTIPLE


BEL 5° POSTO DI NICOLAS PASCUCCI e 8° PER LUCA LAZZINI, Simone Fassina fermato da un infortunio nei 110 ostacoli. Tra le Femmine Brava ALTEA CALASTRI 9^. Sfortunata Sophie Bindiku

I Campionati Italiani di decathlon maschile e Eptathlon femminile ci hanno regalato molte sorprese, alcune positive e altre purtroppo negative.

Partiamo dalle positive, Nicolas Pascucci si è Classificato 5° nella Categoria Juniores con 5705 punti nonostante un errore nella gara dei 110hs, a cui ha rimediato con i record personali nel Salto in lungo 6,67m (ventoso, ma anche un 6,55 regolare), nel Lancio del peso 11,77m, nei 400m con 52″42 e nel salto con l’asta 3,40m. il risultato finale di Nicolas è stato parzialmente condizionato anche da dolori ai polpacci nell’ultima gara del Decathlon , i 1500m. Bene anche Luca Lazzini tra le promesse per lui record personale con 5985 punti e 8° posto nella classifica finale. Per lui personali nei 110hs con 15″61 e nei 1500 con 5’22″12. Le note positive parlano anche di Altea Calastri 9^ che stabilisce il nuovo personal best nell’Eptathlon Juniores con 3943 punti Anche per lei cadono molti primati personali: nei 200m 27″08, nei 110hs 16″10, nel salto in alto 1,63m (ben 8cm di miglioramento), nel Getto del peso 8,55m

Tra le Note negative purtroppo il risultato Simone Fassina che in testa fino alla 7^ gara ha dovuto, a causa di una forte contusione alla caviglia destra rimediata nella gara dei 110hs, dare forfait sia nella prova di Asta che in quella dei 1500m, due punteggi con zero al quoto che hanno irrimediabilmente compromesso la vittoria finale ampiamente alla sua portata (alla fine Simone è 10° classificato)ma anche la possibilità di realizzare il minimo di partecipazione per i Campionati Europei. Si attende ora la conferma dalla federazione che verrà organizzata una gara apposita per Juniors per dare la possibilità a Simone ma anche ad altri atleti, fra i quali il vincitore e nuovo Campione Italiano Valentino Arrigoni dell’atletica astro di realizzare il minimo.

Anche per Sophie Bindiku una prova sottotono a causa di un malessere che l’ha condizionata fin dall’arrivo a Lana il venerdì. Per lei comunque da segnalare il personale del salto in Lungo con 5,38m, ma l’impossibilità di disputare gli 800m e quindi per Sophie un ultimo posto che comunque non rispecchia il valore dell’atleta, alla prossima Sophie.

+Copia link