« Torna agli articoli

ENNESIMA GIORNATA DI INTENSE EMOZIONI


IL MITICO “TEAM” DEI RAGAZZI GUARDA IN ALTO

Ieri a Cinisello Balsamo il nostro “squadrone” alla ricerca di altri risultati prima dell’imminente presentazione dei punteggi per la qualificazione dei mitici C.d.S. ossia la finale regionale delle migliori 18 società della Lombardia che avrà luogo a Brusaporto il 5 giugno. Tra di loro un nuovo ingresso all’attività su pista di Francesca Fattori che trascinata dalle compagne e non solo….ha esordito con una brillante prova nei 60 hs dopo mille timori e incertezze, si fosse decisa prima adesso sarebbe già un secondo sotto il tempo da lei realizzato

Per scaramanzia non dovremmo preparare le valigie prima della partenza ma……tenetevi tutti liberi per quella data….

La formazione delle ragazze era quasi al completo e tra loro c’era una grande collaborazione per cercare quel paio di risultati tanto ambiti: nel lancio del vortex e del peso in campo tutte le nostre risorse nessuna esclusa.

Ebbene siiiii seppure senza risultati eccelsi, le nostre atlete un po’ incredule ma motivate sono riuscite a strappare un paio di risultati molto significativi. “Troppo bella questa collaborazione” in particolare Lilia nel vortex e Sofia nel peso ma anche Chiara Mercato, Benedetta, Francesca, Chiara Sironi, Vittoria si sono incoraggiate a vicenda, dando il meglio di loro, per un risultato di interesse alla squadra.

Sempre tra le “galline” si sono adagiate….al gradino più alto del podio Margherita nei 60 hs abbassando di nuovo il tempo a 9″60 e Arianna nel salto in alto è arrivata a mt. 1.50

Entrambi i risultati, oserei dire, meritano di essere sottolineati dal momento che, non sono solo di interesse provinciale ma anche regionale. Staremo a vedere come si comporteranno nella finale ormai alle porte. Accidenti per scaramanzia non dovrei sbilanciarmi….

Altre emozioni nel salto in lungo che dato i numerosissimi atleti/e i giudici hanno deciso di penalizzare a due prove anzichè tre, un brutto scherzo per gli appassionati di questa disciplina che già devono fare i conti con l’ossessionante asse di battuta difficile da centrare. Gabriela Cruz in difficoltà con la rincorsa si è dovuta accontentare di mt. 4.05 misura ben al di sotto delle sue possibilità. Tra i maschi ad avere la meglio tra i nostri atleti è stato Andrea Caiani che è arrivato a sfiorare mt. 4.50 ma anche Soren Paolo staccando col piede sbagliato ha realizzato 4.28 e nel salto successivo un nullo ben al di sopra. Andrea Caiani Andrea orientato sulle prove multiple, vittoria anche nel salto in alto

Nei 60 hs oltre al risultato di Margherita, Arianna e Vittoria anche i maschi non sono da dimenticare…..Lunghi Emanuele terzo gradino del podio con un ammirevole 9″84 ma anche il suo compagno di scuderia Bigi Lorenzo pur abbattendo 2 ostacoli proprio per il suo “stile pony” (da migliorare) ha terminato la gara con un ottimo tempo.

Anche nel lancio del vortex maschile in campo Filippo, Jacopo, Paolo e Giacomo che hanno concluso la manifestazione finendo alle 14.00 cioè all’ingresso in campo dei cadetti. Pur logorati dall’interminabile manifestazione si sono espressi bene. Giacomo Cecotti al suo primo esordio di questa disciplina ci ha divertito ma soprattutto colti un po di sorpresa per le sue esclamative capacità, lanciando oltre i 45 metri

Infine che dire dei 1000….disciplina del mezzofondo che prevede un notevole sforzo e quindi un’adeguata preparazione e una studiata tattica di gara di cui si occupa principalmente Matteo appassionate del settore. In campo femminile Gant Sofia ha abbattuto il personale di 4 secondi e in campo maschile Luca Mussi si è avvicinato al suo ottimo record di 3″17 e quindi difficile da abbattere ma….ci arriviamo Luca. Anche Giacomo Cecotti e Gabriele Fedeli (la nostra mascotte “BABBùùùùùù”) attorno al personale.

Peccato che la stagione sta finendo…..anche se “il bello” deve ancora arrivare





+Copia link
  • 16 maggio 2016 alle 1:51 pm - Agostino Rossi.

    La crescita di questo gruppo, sia per i risultati tecnici che per quelli di coesione di squadra, è lo specchio della passione e dell’impegno profuso dagli allenatori che hanno potuto lavorare su giovani atleti di qualità eccellenti.
    Complimenti a tutti con l’augurio che questi risultati possano continuare anche per il futuro e negli anni avvenire.