« Torna agli articoli

SCANZOROSCIATE prova FINALE del 47° Trofeo FRIGERIO


Domenica si è svolta la prova finale del 47° Trofeo Ugo Frigerio a Scanzorosciate dove la marcia ha sicuramente profonde radici, infatti insieme ai paesi vicini costituisce una delle aree più attive e numerose per la disciplina del “tacco e punta” anche a livello nazionale e non solo per quantità ma anche per qualità.

La gara si è svolta su un anello di 1000metri tra le vie del centro del paese, ripetuto più volte a seconda delle categorie partecipanti. Al Trofeo Frigerio, come visto direttamente nella prova ospitata il 3 Aprile a Villasanta, partecipano tutte le categorie dell’atletica: dai piccoli esordienti C fino a giungere agli appassionati master anche della categoria SM70 e oltre.

Per l’Athletic Club Villasanta, ormai presenza costante anche se non numerosa di questo trofeo, hanno partecipato Marco Drusian e Samuele Galimberti. Marco nella categoria EsoA ha ottenuto il 2° posto nella gara giornaliera ed il 5° nella classifica generale nonostante una prova in meno nei confronti dei diretti avversari, mentre Samuele tra i cadetti si è piazzato 5° nella singola gara e 7° nella classifica generale.Due righe le dedichiamo anche a Matteo Radaelli, terzo componente della squadra, che purtroppo ha dovuto rinunciare anche a questa gara a causa di infortuni e malanni fisici che ormai da troppo gli stanno negando il piacere di confrontarsi con i compagni di specialità.

Tanti i partecipanti e gli ospiti anche di rilievo: nella gara assoluti si sono dati battaglia atleti che vantano titoli di campione italiano e più maglie della nazionale ormai vestite in più occasioni, mentre per le premiazioni l’onore di ricevere le coppe da Matteo Giupponi (8° nella 20km di marcia alle olimpiadi di Rio 2016) ha emozionato molti atleti e non solo i bambini.

Altro momento importante per il Trofeo Frigerio e l’Athletic Club Villasanta è l’assegnazione della targa Gianni Gatto in ricordo del giovane marciatore villasantese vittima di un incidente stradale nel ’96 a soli 16 anni; a ricevere il premio quest’anno è stata l’azzurra Nicole Colombi, anche lei cresciuta come tanti altri nazionali nel prestigioso Trofeo Frigerio, e a consegnare la targa c’erano Giuseppe Cupelli (allenatore di Gianni e tecnico di marcia) e Matteo Giupponi (olimpionico a Rio) insieme ad una cornice di compagni di nazionale che hanno reso onore alla ventesima assegnazione consecutiva di questo importante riconoscimento.

Come tutti gli anni il Trofeo Frigerio è stato ricco di emozioni, di aneddoti da raccontare e nuove amicizie da coltivare che sicuramente creano l’impazienza che tutto ciò ricominci il prima possibile ed è anche per questo che i nostri giovani atleti si stanno già impegnando a macinare chilometri e consumare scarpe in preparazione della prossima edizione.

+Copia link