« Torna agli articoli

Finale regionale CAMPIONATO DI SOCIETA’ ragazzi

Oggi a Cremona, mitica finale C.d.S. per i maschi di categoria,che entrati in graduatoria come 10° squadra finalista su 18, hanno concluso nella 12° posizione facendo i salti mortali con l’unione e la forza di un gruppo penalizzato dall’assenza di alcuni compagni vacanzieri o infortunati.

I presenti, hanno partecipato orgogliosi, ma senza pretese, a questo importante evento che sintetizza gli sforzi di una stagione su pista al raggiungimento di un importante obiettivo comune, purtroppo fallito per un soffio dalle femmine, 19°  con le quali il feeling competitivo è solo un divertente presupposto di un affiatato gruppo che è cresciuto in termini sportivi ma non solo. Certo che si, anche noi educatori ci poniamo degli obiettivi e la maggiore soddisfazione è riscontrare, in genere, una maggiore fiducia in se stessi e la crescita della loro autostima, frutto di un lungo percorso che non è generale, dal momento che i risvolti non sono per tutti uguali.

Personalmente ho sperato fino all’ultimo per “le dame” a una rinuncia, magari…, di una società in classifica avanti a noi o a un errore di presentazione risultati ma così non è stato per cui le abbiamo solo ricordate durante il banchetto mentre seguivamo le comunicazioni da Albiate, dove stavano gareggiando, con successo, Elena Padovani e Gaia Marsegaglia nel TETRATHLON rispettivamente 19° e 1° classificata nonostante la prova di lancio(lancio del peso) che non la favoriva. Ebbene si, dal momento che, la tipa la settimana scorsa a Besana Brianza nel lancio del vortex ha osato lanciare ben mt. 45.87 seconda misura in regione, così tanto per segnalare “LA BIONICA”Gaia, tutt’altro che grossa e spallata (fisichino asciutto direi) quasi come quello della ” giovane collega” Ilaria Penati, mt 38,44 giusto per rimanere nel tema.

E i risultati dei maschi quindi? In ordine di importanza del risultato ci mettiamo Marchinio, Marco Drusian 1° classificato nella marcia, Giorgio Lunghi 6° nei 60 hs, Luca Gattazzo 8° nel vortex, Giorgio Lorusso 10° nei 1000, e poi tutti gli altri Francesco Girasa, Gabriele Conforti, Alessandro Esposti e infine i mitici Alessandro Marrari e Marco Rizza, le due colonne di categoria sempre presenti.

La prima parte della stagione su pista sta per concludersi con l’ultima prova di Cornaredo domenica prossima, anche se siamo tutti scoppiati

+Copia link