Contratto Etico

IL CONTRATTO ETICO Il Consiglio Direttivo, per sottolineare in modo ancora più marcato i valori e le  finalità che si intendono perseguire, oltre alle norme ed alle direttive del Coni nonché gli statuti e i regolamenti della Federazione Italiana Atletica Leggera, ha deciso di istituire a partire dall’anno 2010 il Contratto Etico, che raccoglie ed esplicita in modo chiaro ed  inequivocabile i principi fondamentali a cui si ispira tutta l’attività svolta dalla  nostra Associazione. L’Associazione ha per finalità lo sviluppo e la diffusione dell’atletica leggera, intesa come mezzo di formazione psico – fisica e morale dei soci. Ogni persona che ha un ruolo dirigenziale o tecnico all’interno dell’ Athletic  Club Villasanta è obbligata a sottoscrivere il Contratto Etico e ad operare nel  suo rispetto. Ogni iscritto riceverà copia del Contratto Etico e sarà tenuto a rispettare i suoi  dettami. In tal modo verrà formalizzato l’impegno a tenere un comportamento irreprensibile, una condotta morale, civile e sportiva, conforme ai principi di lealtà, di probità e di rettitudine sportiva in ogni rapporto collegato all’attività sportiva, con l’obbligo di astenersi da ogni forma di illecito sportivo e da qualsivoglia indebita esternazione lesiva della dignità, del decoro e del prestigio dell’Associazione, della Federazione Italiana Atletica Leggera e dei suoi organi. Comportamenti contrari al Contratto Etico così come azioni ritenute disonorevoli, sia all’interno che all’esterno dell’Associazione o di ostacolo al buon andamento del sodalizio, saranno sanzionati dal Consiglio Direttivo fino all’espulsione dall’Associazione, in conformità alle norme ed alla procedura di cui allo Statuto dell’Associazione.I NOSTRI VALORI NELLO SPORT

  1. Rispetto di sé
  2. Accoglienza e rispetto degli altri
  3. Confronto leale
  4. Disponibilità alla relazione con gli altri
  5. Rispetto delle regole, dei ruoli e delle competenze
  6. Impegno a vivere ed applicare le responsabilità del proprio ruolo
  7. Rifiuto di pratiche di utilizzo di doping e delle altre forme di dipendenza
  8. Rispetto dei luoghi dell’attività sportiva e dell’ambiente
  9. Diffusione di una cultura per una corretta alimentazione

GLI INTENTI DEL PRESIDENTE E DEI CONSIGLERI

  1. Condividere e promuovere il valore educativo dello sport anche combattendo il doping e tutte le forme di dipendenza
  2. Definire e condividere il progetto educativo per poi verificarlo e farlo rispettare da tutti i partecipanti
  3. Definire le modalità di aggiornamento e formazione per tutti i componenti la società e verificarne l’attuazione
  4. Condividere e confrontare le esperienze con le altre associazioni sportive dilettantistiche, anche con gemellaggi ovvero collaborazioni fattive fra allenatori, dirigenti ed atleti
  5. Promuovere il contratto etico per lo sport
  6. Creare un ambiente sereno fra gli atleti, gli allenatori e le famiglie

GLI INTENTI DEI NOSTRI ALLENATORI

  1. Condividere il valore educativo dello sport, i principi e gli intenti del contratto etico
  2. Educare gli atleti alla reciproca accettazione di sé e degli altri, all’integrazione ed alla condivisione
  3. Insegnare agli atleti ad avere un confronto leale con gli altri, nel rispetto delle regole e del prossimo
  4. Valorizzare le capacità di ogni singolo atleta, rispettando i tempi di crescita e di maturazione personale
  5. Acquisire ed aggiornare le proprie competenze

GLI INTENTI DEI NOSTRI ATLETI

  1. Accoglienza e rispetto di sé e degli altri, indipendentemente dalle capacità, dalle origini, dalla cultura e dalla religione
  2. Assunzione delle proprie responsabilità
  3. Conoscenza, accettazione e condivisione del contratto etico
  4. Confronto leale
  5. Rispetto delle regole nelle competizioni e dei risultati delle gare, accettando anche risultati sfavorevoli e riconoscendo le capacità ed i successi degli altri
  6. Rifiuto del doping e di qualsiasi “scorciatoia” o “trucco” per ottenere risultati
  7. Rispetto dei luoghi ove si pratica sport e dell’ambiente.
  8. Rispetto e riconoscimento del ruolo dell’allenatore

COSA CI ASPETTIAMO DALLE FAMIGLIE DEI NOSTRI ATLETI

  1. Condivisione del progetto educativo e dei principi del contratto etico, anche nei momenti organizzati dalla società
  2. Rispetto delle regole, dei ruoli e delle competenze
  3. Capacità di riporre nel proprio figlio aspettative adeguate
  4. Impegno a non generare conflitti con gli allenatori, la società o con altri atleti.
+Copia link